Per la serie: avevo ragione

Sul fatto che la superstizione è stupida; malgrado ciò negli ultimi due giorni sono stata vittima (non solo io in realtà) di avvenimenti indipendenti dal mio potere che avrei preferito evitare. Procedo a ritroso:
  1. Rottura di un TUBO della piscina che è stata svuotata e che per ora è chiusa in attesa di riempimento e riscaldamento dell’acqua;
  2. Implicazione naturale: andata a vuoto all’Annunziata;
  3. Obbligo di pagare di nuovo l’iscrizione anche se sono registrata là da sei mesi soltanto;
  4. Attesa di due ore di un (quattro,anzi cinque) autobus che non sono mai partiti causa sciopero improvviso;
  5. Consapevolezza di non poter nemmeno prendere la macchina per andare a lezione;
  6. Rivelazione inesatta della consapevolezza soprastante: in realtà la macchina era al calduccio in garage, cosa che ho scoperto un paio d’ore dopo con un certo disappunto;
  7. Impossibilità, visti gli impedimenti, di recarmi nella ragguardevole -pfiù!- segreteria di Facoltà per ritirare l’ormai ammuffita e/o biodegradata UNIME card.
  8. Ripetuti tentativi di trovare la prof. che dovrà farci fare internato e tirocinio, ovviamente risultati vani.

C’è però un’altra serie, che è quella del “mai perdersi d’animo” (o animo deficere che dir si voglia). I lati positivi sono:

  1. Ho scoperto che rinnovando ora la tessera della piscina posso usarla anche per accedere alla palestra -corsi compresi- e al campo da tennis per un’ora (cosa che purtroppo non sono in condizione di fare, asd
  2. Non andando in piscina mi sono fermata in un negozio dove ho trovato una crema a 3.90 € (puro amianto? Boh, è una prova!);
  3. Andando dalla prof. per l’internato ho avuto una buona impressione del suo lab, che prima mi sembrava La Tristezza;
  4. Mi sono accorta che avrei portato con me in piscina una bottiglia di shampoo vuota;
  5. Basta.

Ma non è proprio orribile così, no? =)

 

Annunci